L’appuntamento mi è stato dato sette giorni fa Mi hanno fatto aspettare sette giorni L’appuntamento viene

L’appuntamento mi è stato dato sette giorni fa.
Mi hanno fatto aspettare sette giorni.
L’appuntamento viene fissato dopo una settimana dalla richiesta: è la legge.
Sono le sette del mattino. Tra mezz’ora dovrei entrare.
Ti danno una settimana di tempo per eventuali ripensamenti.
Per riflettere, dicono loro. Per riflettere su cosa?
Riflettere su quello che sto per fare.
Riflettere sulla mia…

"sei tu il primo che ho incontrato non e` stato un caso fra tutti quelli che camminavano in

"sei tu il primo che ho incontrato. non e` stato un caso. fra tutti quelli che camminavano in citta`, tu eri il meno spigoloso, il meno teso: eri il piu` tondo. tondo come chi si inebria al punto da far vacillare il dritto mondo dei conformismi rettilinei e sente d’un tratto fluttuare il corpo troppo pesante che lo opprime. ma tondo soprattutto come il bambino che non separa, che confonde i colori…

Eccola Italia questa è mia figlia questa è quella che è nata E tu alza la testa Angela

Eccola, Italia, questa è mia figlia, questa è quella che è nata. E tu alza la testa, Angela, fatti vedere, dì ciao alla signora, dì ciao a quella regina. Mi somiglia vero, Italia? Ha quindici anni, ha il sedere un po’ grosso, è stata magra magra, e adesso ha il sedere un po’ grosso. E’ l’età. E’ una che mangia fuori pasto, e non si allacia il casco. Non è perfetta, non è speciale, è una come tante…